Quando si decide di eseguire la ristrutturazione di una casa, scegliere l’impianto di riscaldamento adatto è una fase determinante in quanto deve garantire il giusto comfort abitativo e, al contempo, un risparmio dal punto di vista economico ed energetico. Pertanto scegliere la tipologia di riscaldamento migliore da installare è fondamentale. Le proposte e le alternative sono molte, così differenti che potrebbero generare dubbi nella scelta della più idonea in base alla propria abitazione ed al budget prestabilito.

Sicuramente la soluzione maggiormente in uso, anche nel corso degli ultimi decenni, è il binomio caldaia a gas e termosifoni. Difatti chi affronta una ristrutturazione parte da una situazione in cui c’è già un impianto di questo tipo esistente e ritiene di risparmiare magari recuperando i vecchi termosifoni o utilizzando le vecchie tubazioni (cosa che spesso in corso d’opera si rivela impossibile o non conveniente). Ma questa non è quasi mai la soluzione migliore e più efficiente come impianto per la ristrutturazione di un appartamento.

Un vecchio impianto di riscaldamento determina dei costi energetici pari al 75% e arrivano addirittura all’87% se si considera anche il fabbisogno per la produzione di acqua calda sanitaria. Quindi, installare impianti moderni ed energeticamente efficienti permette di abbattere notevolmente i costi per il riscaldamento della propria abitazione e di garantire il massimo comfort. Difatti impianti di riscaldamento che prevedono sistemi come il pavimento radiante o la pompa di calore permettono di abbassare i costi per la climatizzazione fino al 60%.

Perciò dovunque necessita l’installazione: in un nuovo edificio o in una casa da ristrutturare, l’impianto di riscaldamento gioca un ruolo importante ed occorre, dunque, pianificarlo accuratamente (progettazione, installazione, gestione e manutenzione).

Ad oggi sono diverse le tipologie di impianto di riscaldamento tra cui è possibile scegliere. Con l’avvento di nuove tecnologie, materiali e combustibili innovativi e rinnovabili è divenuto reale migliorare il funzionamento degli impianti di riscaldamento e adattarli alle diverse occorrenze riscontrate in fase di progettazione.

Prima di analizzare la scelta del migliore impianto da installare bisogna sapere che un sistema termico, in genere, prevede quattro elementi: generatore di calore; fluido vettore; sistema di distribuzione; terminali. Per cui il funzionamento di un impianto di riscaldamento è il seguente: il generatore utilizza una fonte energetica per riscaldare un fluido vettore che viene messo in circolo attraverso un sistema di distribuzione a cui sono collegati i terminali che cedono il calore del fluido all’ambiente. In un sistema di riscaldamento tradizionale avremo come generatore di calore una caldaia a gas metano, come fluido vettore l’acqua, come sistema di distribuzione le tubazioni e come terminali i caloriferi.

Il mondo del riscaldamento mette oggi a disposizione diverse soluzioni tecnologiche per l’utilizzo di varie fonti di energie. Tra i sistemi di riscaldamento principali troviamo: la caldaia a condensazione, la pompa di calore e il pavimento radiante.

Affidati ad esperti qualificati, attraverso un check-up energetico il professionista esaminerà le caratteristiche dell’abitazione (zona climatica, esposizione dell’edificio, presenza di un isolamento termico sull’edificio, volume degli ambienti da riscaldare, …), definendo un’offerta completa e dettagliata, su misura per te. Richiedi subito un preventivo gratuito!

Qui il tuo preventivo

Il riscaldamento a pavimento è un sistema di riscaldamento sostenibile ed economico e fornisce il calore più confortevole e uniforme di qualsiasi altro sistema di riscaldamento. Se stai per eseguire un intervento di ristrutturazione della casa, questa potrebbe essere la soluzione di riscaldamento giusta.

Il riscaldamento a pavimento funziona essenzialmente trasformando la superficie del pavimento in un gigante, efficiente e invisibile emettitore di calore. Sotto di esso è installato un sistema di tubi o resistenze elettriche che distribuisce il calore in casa mediante irraggiamento. Questo fa sì che la temperatura sia omogenea in tutte le stanze, eliminando dispersione e fastidiosi sbalzi termici. Un ulteriore vantaggio del pavimento radiante è che può essere utilizzato anche come sistema di condizionamento in estate. Il raffrescamento a pavimento funziona sempre per irraggiamento ma, per evitare la formazione di umidità e condensa, necessita di un impianto di deumidificazione.

Il pavimento radiante può essere integrato sia ad una caldaia a condensazione, che ad una pompa di calore. In quest’ultimo caso i costi di esercizio saranno notevolmente più bassi in quanto il sistema lavora ad una temperatura di 30° (bassa temperatura) anziché di circa 50° come i normali caloriferi.

La casa dei tuoi sogni senza pensieri. I vantaggi della ristrutturazione Chiavi in Mano: Unico referente, Tempi Certi, Qualità Garantita.

La Pompa di calore consente di provvedere con un unico impianto dedicato al riscaldamento, al raffrescamento e alla produzione di acqua calda sanitaria. La tecnologia si basa sul generare energia termica da fonti energetiche rinnovabili come l’acqua, l’aria o la terra. E non è tutto! In combinazione con un bollitore, questo metodo di riscaldamento garantisce anche un’affidabile fornitura di acqua calda sanitaria.

Tale sistema offre la possibilità di realizzare un sistema ibrido, ossia unire alla pompa di calore alla caldaia a gas a condensazione. Ciò consente maggiore efficienza poiché il generatore di energia si attiva a seconda della temperatura esterna e permette di risparmiare sia in termini di costi che di CO2. L’impianto ibrido, inoltre, garantisce una grande flessibilità e un maggior livello di comfort rispetto ad un sistema tradizionale con caldaia, dal momento che può essere impiegato anche per il raffrescamento nel periodo estivo.

Mentre integrato con un sistema a pavimento radiante, dove la pompa di calore produce caldo/freddo e il pavimento è il terminale di irraggiamento, assicurano un’efficienza senza eguali con una riduzione sui costi pari al 60%.

Goditi il ​​tempo a casa con la tua famiglia. Installa il sistema di riscaldamento per te migliore e per una temperatura d’ambiente piacevole. Così da beneficiare con piacere dei comfort di casa.

La caldaia a condensazione, nota anche come caldaia a gas ad alta efficienza, ricicla il calore aggiuntivo dai fumi di scarico, sprecando così meno energia rispetto alla caldaia tradizionale consentendo di ridurre i costi di esercizio fino al 30%. Rappresenta la soluzione maggiormente diffusa per il riscaldamento domestico.

È un’ottima soluzione per ristrutturazioni poco invasive, dal momento che può essere adattata a soluzioni già esistenti come i tradizionali caloriferi in tal modo è possibile abbattere i costi e ottimizzare lavori e spese. Al contrario di sistemi di riscaldamento a pavimento e pompa di calore che invece richiedono interventi di ristrutturazione invadenti e particolari.

Da notare che questa tecnologia è altamente compatibile e abbinabile ad altri sistemi di riscaldamento all’avanguardia come le pompe di calore, andando a costituire i cosiddetti “sistemi ibridi”. Difatti nella versione ibrida in binomio con la pompa di calore, la caldaia diviene utile nelle zone climatiche rigide quando la temperatura esterna si avvicina allo zero.

Quindi quando si sceglie un tipo di riscaldamento si deve partire da un’analisi attenta di vari fattori: la tipologia di intervento, dell’edificio: nuovo o esistente, il clima presente, … Rispondendo a tutte una serie di quesiti è possibile iniziare a fare una seria valutazione di quale tipo di impianto di riscaldamento meglio si adatta alle esigenze della famiglia e alla struttura della casa. Per cui è sempre meglio richiedere la consulenza di un professionista.

Perché scegliere il pavimento radiante?

  • Comfort abitativo elevatissimo;
  • Distribuzione omogenea del calore in tutte le stanze;
  • Sistema invisibile con zero ingombri.

Perché scegliere una pompa di calore?

  • Non prevede manutenzione;
  • Impianto unico per riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria;
  • Comfort costante 365 giorni l’anno;
  • Aumento valore immobile in termini di consumi ed efficientamento energetico.

Perché scegliere una caldaia a condensazione?

  • Costi d’investimento bassi;
  • Minor ingombro: adatta anche a locali piccoli;
  • Può essere utilizzata con radiatori preesistenti.